Siamo anche su

La nostra mission

Il benessere delle persone è la prima missione di cui ci facciamo carico. Animati da questo intento, noi dell’Associazione Nazionale Dipendenze Tecnologiche, GAP e Cyberbullismo, avvalendoci di psicoterapeuti attenti e competenti, che hanno maturato in molti anni e direttamente sul campo l’expertise nel trattamento delle patologie internet correlate, affrontiamo il disagio psicologico e sociale a cui queste conducono sempre più di frequente. Il nostro obiettivo, quindi, non è demonizzare gli strumenti tecnologi, o internet, tutt’altro. Siamo ben consapevoli che la tecnologia, i social network, gli smartphone, i tablet e la rete hanno un ruolo di primo piano nella quotidianità di tanti, a qualsiasi età. Ma siamo altrettanto consapevoli dell’importanza dell’intervento terapeutico quando l’uso eccessivo o inappropriato di questi mezzi diventa un limite per l’individuo e per le sue relazioni famigliari, sentimentali, lavorative o scolastiche. Crediamo, inoltre, che le attività di formazione e la divulgazione dei pericoli e delle trappole in cui la rete può far cadere già a partire dall’età scolare sia uno strumento importante da dare alle nuove generazioni nonché un supporto ai genitori. Per aiutarli a conoscere, arginare, e difendersi dal fenomeno con più cognizione di causa.

Selfie estremi: Giuseppe Lavenia su Studio Aperto

Selfie estremi, ne parla Giuseppe Lavenia su Studio Aperto Edizione delle 12.25    Edizione delle 18.25   Per approfondire consigliamo questo articolo http://www.dipendenze.com/aggressivita-tecnologia/

Giuseppe Lavenia intevistato sul caso Blackout “game”

Giuseppe Lavenia, presidente Di.Te., è stato intervistato da Chiara Placenti ai microfoni di RadioinBlu sul caso del ragazzo che ha tristemente sperimenactato il "gioco" chiamato Blackout, per provare una sensazione [...]

Giuseppe Lavenia: “Basta con le chat fra genitori”

Su IlMessaggero si affronta il tema delle chat scolastiche dei genitori. Giuseppe Lavenia, presidente Di.Te., ribadisce l’importanza di tornare alle vecchie modalità di comunicazione.

Chat scolastiche dei genitori? No grazie

Nel comune di Monte San Savino, le istituzioni hanno detto “stop” alle chat scolastiche dei genitori. Proprio questi ultimi sono stati avvisati del ritorno alle vecchie modalità di comunicazione. Si [...]