La porno dipendenza si caratterizza per una attrazione incontrollabile, vissuta da alcuni individui, rispetto alle immagini pornografiche, dalle quali sono fortemente attratti fino a non poterne più fare a meno. La persona diventa totalmente assorbita in questa attività di ricerca di materiale pornografico che diviene parte di un ciclo di pensieri, di sentimenti e di azioni che il soggetto non riesce più a controllare, né interrompendola né limitandola.

Questa tipologia di dipendenza è sostanzialmente passiva e non ha nulla a che fare con la dipendenza dall’attività sessuale, della quale non si presenta come condotta di compensazione; nella porno dipendenza, infatti, non è prevista alcuna forma di interazione con l’altro, ma il soggetto è di fatto libero di immaginare, costringendo però la fantasia a immagini stereotipate e precostituite. La porno dipendenza, cyber-porn addiction, ha infatti una dimensione individuale e solitaria e si consuma essenzialmente da soli: la fantasia sessuale si appiattisce di fronte alle immagini stereotipate della pornografia. La persona porno dipendente è dominata da un bisogno continuo di ottenere piacere sessuale attraverso la visione di filmati hard e pornografici, a cui talvolta può fare seguito una attività compulsiva di tipo masturbatorio.

I segni clinici della porno dipendenza si riscontrano nel:

  • trascorrere molto tempo online ricercando materiale pornografico;
  • nutrire aspettative di gratificazione ed eccitazione collegate alle successive connessioni;
  • esperire sentimenti di vergogna e di colpa per il proprio comportamento in rete;
  • tentare di nascondere la propria condotta agli altri;
  • vivere la masturbazione compulsiva e l’orgasmo come possibilità di interrompere la fruizione e atti liberatori;
  • calo di desiderio verso il proprio partner con la la tendenza a vivere la propria sessualità solo in termini fisici e non affettivi;
  • continuare il comportamento nonostante le evidenti ripercussioni sul piano familiare, sociale, lavorativo ed economico;
  • fallimento dei ripetuti tentativi di tenere sotto controllo la fruizione pornografica, limitandola o interrompendola.